Stampa

Dosaggio alfa-fetoproteina

Aspetti generali
L’alfa-fetoproteina (AFP) è una proteina prodotta dal tratto gastrointestinale e dal fegato del feto, si ritrova nel sangue materno, fetale e nel liquido amniotico, dove raggiunge il massimo della concentrazione alla 14^-16^ settimana di gestazione, dopodiché diminuisce progressivamente; ogni settimana di gestazione ha specifici valori di riferimento di AFP.
La determinazione dell’AFP su liquido amniotico, a partire dal II trimestre di gravidanza, è un indicatore utile per evidenziare precocemente difetti del tubo neurale (anencefalia, spina bifida, …) nel feto. I livelli di AFP nel liquido amniotico aumentano quando il tubo neurale non si chiude perfettamente; poiché tale aumento si può osservare anche in assenza di malformazioni è sempre necessario eseguire un attento controllo ecografico della morfologia fetale. In presenza di feti con trisomia 21 (sindrome di Down), i valori di AFP risultano diminuiti.

Quando si esegue
L’epoca ottimale per il dosaggio dell’alfa-fetoproteina su liquido amniotico è tra la 14^-16^ settimana.

Tempi di risposta
Il risultato del dosaggio è disponibile dopo 15 giorni dal prelievo.

Limiti
Per gravidanze monocoriali biamnotiche (gemelli monozigoti) in cui uno dei due gemelli è affetto da difetti del tubo neurale, il valore di AFP del gemello non affetto può non essere attendibile perché ci può essere un passaggio di AFP tra i due gemelli. Nel caso di gravidanze gemellari bicoriali e biamniotiche (gemelli dizigoti) non vi sono problemi poiché i valori di AFP sono completamente indipendenti.